SEI QUI: Home - Editoriale - Botswana: da Aprile riparte il massacro degli elefanti

Botswana: da Aprile riparte il massacro degli elefanti


IL BOTSWANA METTE ALL’ASTA GLI ELEFANTI

Il presidente del Botswana Mokgweetsi Masisi ha mantenuto la promessa, mettendo all’asta la vita di 70 elefanti e stracciando le norme in vigore dal 2014, in cui questi animali erano protetti e vigeva addirittura l’ordine di sparare a vista ai bracconieri.
Da oggi saranno battuti ai migliori offerenti 7 lotti da 10 elefanti ciascuno.

Nel paese vive la più grande popolazione di questi animali, tra i 130.000 e i 160.000 individui liberi.
Ora sono accusati di causare danno alle coltivazioni e di avvicinarsi troppo alle aree antropizzate, così il presidente Masisi ha autorizzato la riapertura della caccia ai pachidermi.
Tutto il mondo è paese: in Italia la guerra è contro nutrie e cinghiali, in Botswana contro gli elefanti.

Il governo ha emesso una quota per l’uccisione di 272 animali nel 2020, i cacciatori stranieri potranno sparare a 202 elefanti ed esportare trofei.
Un regalo alle compagnie che organizzano safari e un modo veloce e sbrigativo per fare cassa.
La caccia durerà da aprile a settembre e attraverserà anche il periodo più secco dell’anno, quando la vegetazione si fa più rada e gli animali non hanno modo di nascondersi.

Fonte https://bit.ly/31yEd7Thttps://bit.ly/2vbSZpf

Termoli Wild in collaborazione con Basta Delfinari

Altri documenti

Non ci sono documenti da scaricare

Articoli correlati

Non sono stati trovati articoli correlati