SEI QUI: Home - Editoriale - Il saluto del presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Molise, prof. Enzo Cimino alla nuova testata giornalistica TERMOLI WILD

Il saluto del presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Molise, prof. Enzo Cimino alla nuova testata giornalistica TERMOLI WILD

Al termine della conferenza stampa abbiamo chiacchierato con il presidente dell’Odg del Molise, prof. Enzo Cimino, in primis ha voluto rivolgere il saluto istituzionale alla nostra testata.

“Avevo un amico che si chiamava Emilio Beltotto ed ora siamo più amici di prima. Avevo uno sconosciuto che poi è diventato conoscente e che sta diventando un amico di alcune battaglie in comune che si chiama Enzo Varrassi, che mi “rapirà” il prossimo 4 luglio (in occasione della passeggiata naturalistica nella pineta di Petacciato, organizzata da Termoli Wild), io cercherò di farmi “rapire” e di partecipare a tutte le iniziative ambientali ed ecologiche perché sono tematiche che io condivido, mi piacciono e le rispetto. Viva Termoli Wild e viva tutti coloro che si connettono e leggono i vostri articoli corredati da interessanti video”.

Presidente, nuova avventura per Termoli Wild, una voce nuova nonostante le difficoltà della categoria non solo per l’economia editoriale ma anche per la liberà di stampa e di informazione viste le varie denunce ed intimidazioni nei confronti di tanti colleghi.

“Tutti viviamo momenti di difficoltà, ma Termoli Wild ha un direttore capace (con una iscrizione all’Ordine più che ventennale ed è una conoscenza dell’ordine autorevole. Ha segnato le sorti del quotidiano “Il Nuovo Molise” con l’attività giornalistica del basso Molise fatta con puntualità con lo sport, attualità e nella politica. Il suo ruolo è molto delicato e lui avrà il compito di “vigilare”, non è facile in una piazza come Termoli non essendo questa la sua attività principale, Termoli Wild è un sito con molte visualizzazioni…) un editore tenace e so che riusciranno a sopperire a tutte queste difficoltà. Io ci sarò sempre al vostro fianco da tutti i punti di vista. Si, ci sono le difficoltà ma si superano collaborando insieme”.

Nonostante la pandemia l’Ordine dei Giornalisti del Molise ha continuato ad organizzare i corsi di formazione professionale in streaming e da poco in presenza.

“Non ci siamo fermati mai, assicurando una informazione puntuale e corretta, nonostante la paura e la mancanza di vaccini per tutti, anche se abbiamo avuto colleghi e qualche consigliere dell’ordine che ha contratto il virus. Siamo stati premiati dalla Regione Molise per l’attività incensante che abbiamo fatto frutto di migliaia di comunicati stampa e di servizi televisivi, in un periodo di enorme sofferenza sociale ed economica, dove i giornalisti molisani sono stati degli eroi. L’Ordine dei Giornalisti del Molise - mi piace sottolinearlo - ha difeso i suoi iscritti assicurando tutti i servizi. Abbiamo avuto paura è vero ma abbiamo sanificato e rispettato ed attuato tutte le norme connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19. Ora abbiamo iniziato   perché dal primo luglio si possono avere corsi in presenza e pensate che dal primo al nove luglio sono programmati cinque corsi deontologici più di così veramente non saprei che fare. Altro dato importante è che l’Ordine dei giornalisti del Molise è il primo in Italia per l’attività formativa con oltre 100 corsi organizzati dal 1°gennaio ad oggi”.

Presidente, altra soddisfazione per l’Odg del Molise la presentazione di un proprio organo di informazione a vantaggio di tutti gli iscritti, un giornale in formato pdf denominato “Odg Molise Informa”.

“E’ un gioco, uno scherzo ma andava fatto, perché abbiamo il sito, lo abbiamo rinnovato nell’aspetto e nelle funzionalità, per facilitare l’accesso ai contenuti. Avere una testata significa essere un minimo autorevoli, significa anche aiutare quei colleghi che non lavorano e non scrivono da tanto tempo. “Odg Molise Informa” è la casa di tutti i giornalisti e il luogo dove tutti i colleghi possono esprimersi liberamente”.

 

Emilio Beltotto